Lo Zodiaco

Un sentiero nel cielo.

Lo zodiaco è un'area della sfera celeste delimitata da due cerchi, paralleli all'eclittica e distanti 9 gradi da essa sia nord che sud; questa zona, larga quindi 18 gradi, copre la fascia in cui avvengono i movimenti dei pianeti già noti agli antichi, ed è a sua volta parte della fascia di 47 gradi in cui il sole sviluppa la sua orbita apparente (eclittica). Lo zodiaco è diviso in dodici parti uguali di 30 gradi di longitudine, ciascuna delle quali corrisponde a una delle 12 costellazioni dello zodiaco, rappresentata dai seguenti segni: Ariete, Toro, Gemelli, Cancro, Leone, Vergine, Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario, Pesci.

Le dodici costellazioni sono sempre servite da punto di riferimento per lo studio e il controllo del moto dei pianeti, del sole e della luna. Il sole si muove tra le stelle fisse dello zodiaco, sempre nella stessa direzione, di un grado al giorno. Ci vuole un anno per descrivere l'intero anello a 360 gradi e tornare al punto di partenza, e ci vuole circa un mese per attraversare ciascuna delle dodici costellazioni zodiacali. La luna si muove nella stessa direzione del sole, ma più velocemente; ogni giorno rappresenta un arco di circa 13 gradi, e ci vuole circa un mese per ritornare nella stessa direzione alle stelle. La Luna impiega 29 giorni e mezzo per tornare in corrispondenza con il Sole. Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno non si muovono sempre nella stessa direzione e talvolta sembrano addirittura fermi.

Image by Marcus Dall Col

Un oroscopo non è altro che una rappresentazione grafica del sole, della luna, dello zodiaco, delle case, delle stelle fisse e di altri pianeti, ovvero gli elementi che compongono il cosmo. Si tratta quindi di un diagramma astronomico disegnato con carte nautiche convenzionali, che può assumere molte forme, anche se basato sullo stesso principio. Nell'antichità, alla nascita di un individuo era consuetudine osservare con uno strumento speciale quali stelle in quel momento apparivano all'orizzonte; sono stati esaminati e quindi, in base al risultato di questa osservazione, è stata dedotta la previsione del destino di una determinata persona. I nostri antenati erano convinti che il cielo potesse esercitare una certa influenza sull'uomo. Questa influenza potrebbe essere scoperta determinando quale pianeta alla nascita è stato inserito in uno dei segni zodiacali.