Ariete.png

La donna Bilancia

Sotto molti aspetti la donna Bilancia ha più successo degli uomini, perché, con sottile intuito femminile, riesce a potenziare i tratti caratteristici del segno con dinamismo, autorità e garbo. Può essere buona educatrice, assistente sociale o, anche, creatrice di moda. Ha molto gusto, è raffinata e generosa. Esercita un grande fascino sull’altro sesso, perché è il prototipo della femminilità. Nella scelta del compagno pone grande importanza al fattore gentilezza e alle buone maniere.

Per conquistarla occorrono affetto, tatto e tante premure. Non è la donna delle grandi passioni e preferisce l’uomo tenero e sensibile; dal canto suo non deluderà mai, perché non è capace di offendere, ferire, fare scenate. Nel matrimonio, spesso, sa ignorare le infedeltà del coniuge, se gli affronti non sono gravi. Le rotture nei legami sono spesso motivate da mancanza di generosità più che per gelosia. Tiene molto alla cura della propria persona, all’eleganza; ama generalmente la vita di società, ha molti amici, sa dare ricevimenti con grande signorilità. Ha più momenti di rilassatezza e di pigrizia del compagno zodiacale, momenti in cui si dedica esclusivamente ai propri sogni. È permalosa e suscettibile, il suo sistema nervoso è fragile e vulnerabile.
Come moglie ha una delle nature più interessanti dello zodiaco. Il suo fascino, grazie a Venere, è delicato, spirituale, a volte etereo, e può essere compagna ideale per uomini ricchi, di successo, stimolati da un’unione con una donna che si può paragonare a un fiore. Le native sono ottime compagne, considerate dal lato intellettuale, sagge per quanto concerne la vita in comune e una delle doti speciali è il talento per l’armonia, che si riversa nella vita quotidiana e familiare. Sanno attrarre persone interessanti ma, contemporaneamente, non trascurano mai la famiglia alla quale dedicano tutta l’attenzione e l’affetto di cui è capace la loro natura. Si possono definire creature di lusso.
La madre Bilancia è ancora più portata del padre a essere moderata con i figli. Tende al perfezionismo, e questo può indurre nei figli un senso di ansia, ma dà molto affetto, non pretende e non impone. Di solito sono i figli maschi che si attaccano più a lei, provando un’istintiva ammirazione. Le figlie crescendo tendono, invece, a vivere una certa rivalità con la madre. Dovrebbe perciò fare attenzione a non fomentare la suscettibilità delle sue figlie: evitare di essere civettuola, non schierarsi con i compagni che le figlie portano a casa. Dovrebbero anche non dimenticare le promesse fatte; sono inclini al cambiamento d’opinione, a decidere secondo l’umore, e ciò può sconcertare i ragazzi e far calare la fiducia. Specie per i figli piccoli, tali mutamenti sono negativi, poiché questi sono disorientati dall’incoerenza. Il maggiore loro difetto è quello di evitare le responsabilità, di non prendere decisioni. Tuttavia, la loro istintiva ricerca di equilibrio le porta anche a smussare gli angoli, ad armonizzare l’atmosfera familiare, cosa che giova ai figli.

Leggi anche: