Ariete.png

Segno Bilancia

Nati dal 23 Settembre al 23 Ottobre

Oroscopi del segno Bilancia

"Bilancia è l’anima gemella di chiunque. Farà in modo che abbiate tutto ciò di cui avete bisogno".

Caratteristiche del segno

Fuoco.png

L'elemento del segno: Aria

Avendo l’Aria la proprietà di espandersi, di circolare liberamente, le si attribuisce, simbolicamente, le qualità della comunicazione e della libertà...

Marte.png

Il pianeta dominante: Venere

Il pianeta Venere rappresenta tutto ciò che non è razionale, ossia l’intelligenza allo stato puro, senza la logica. Il culto di Afrodite, dea venerata nella mitologia greca, ha avuto inizialmente il significato di un omaggio alla bellezza dell’aurora...

Rubino.png

La pietra della Bilancia: Zaffiro

Lo zaffiro è un ossido d’alluminio e appartiene alla famiglia dei Corindoni. Conosce tutte le gradazioni del blu (per la presenza di ferro e titanio); ma lo si può trovare anche con tonalità rosse, arancione-gialle, rosa. Allo zaffiro si riconoscono varie virtù: gli si attribuisce la capacità di combattere l’ira e le nevrosi. È un buon antidepressivo, aiuta a prendere la decisione giusta, rende positivi. È indicato per tutti i tipi di dolore alla testa; combatte le infiammazioni e abbassa la pressione sanguigna; lenisce il dolore durante il ciclo mestruale e contribuisce a guarire la laringite.

Compatibilità del segno

Coppia superlativa con: 

Segno Ariete.png
Segno Bilancia.png

Coppia valida con: 

Segno Gemelli.png
Segno Leone.png

Coppia discreta con: 

Segno Cancro.png
Segno Capricorno.png

Coppia improbabile con: 

Segno Toro.png
Segno Vergine.png

Altri approfondimenti sul segno

Le decadi del segno

Prima decade

Se siete nati nei giorni compresi tra il 24 e il 30 settembre: il pianeta dominante e personale è Venere, simbolo dell’amore e della bellezza. Dà costanza di affetti e una mente aperta, feconda, ricettiva e artisticamente ben equilibrata, capace di considerare spassionatamente la vita. I nativi hanno buone facoltà di giudizio e riescono a sviscerare con chiarezza ogni argomento. L’ammirazione e le lodi aiutano a sviluppare le tendenze più positive della loro natura. La doppia influenza di Venere, in questa decade, conferisce indole generosa.

Seconda decade

Se siete nati nei giorni compresi tra il 1° e l’11 ottobre: il pianeta personale è Saturno, simbolo del tempo. L’influenza di questo pianeta è restrittiva e governa le tendenze alla meditazione, inclina coloro che gli sono soggetti alla prudenza, alla pazienza, alla comprensione. Saturno è interessato alla continuità dei propositi. I nativi possono giungere a guadagni interessanti mediante una politica di investimenti oculati. Sono anche predisposti alla gentilezza e alla comprensione.

Terza decade

Se siete nati nei giorni compresi tra il 12 e il 23 ottobre: i pianeti personali sono Urano e Mercurio. Urano simboleggia l’aria, l’originalità, e dona la capacità di divenire grandi pensatori, inclinando i nativi verso problemi profondi, mistici. Mercurio è conosciuto come il simbolo del sapere e della verità, e governa la parte raziocinante della mente. La personalità è sveglia, percettiva. Esiste una tendenza all’autoritarietà e al comando.

Analisi del segno

Il tempo che va all’incirca dal 23 Settembre al 23 Ottobre segna un periodo dell’anno che scivola verso l’autunno inoltrato; le ore di luce uguagliano quelle di buio, l’aria più fredda impone dubbi su come vestirsi. I toni sono più smorzati. È in questo periodo che nascono la donna e l’uomo della Bilancia. 


Bisogna dire subito che il segno rivela un’immediata fragilità esteriore, una passività di fondo. Il simbolo del segno, la bilancia appunto, sta a rimarcare la difficoltà del nativo nell’affrontare la vita con energia e decisione. 


La Bilancia è stimolata più al rilassamento che all’azione, più all’attesa che alla presa di posizione. Le situazioni che gli vengono incontro nella vita, sono sviscerate, studiate, analizzate ripetutamente, ma tutto ciò non porta, per la Bilancia, alla conclusione. No, rimarranno delle perplessità, dubbi, recriminazioni. Questo segno può irradiare dolcezza, timidezza, velata insicurezza che purtroppo l’induce all’indecisione, a ritardare le scelte nella vita.

Il nativo si trova spesso impegnato a districarsi in particolare tra due tendenze interiori: quella razionale e quella idealistico-sentimentale. 


Vorrebbe, infatti, vivere in atmosfere ovattate, dolci, quasi infantili; d’altro canto, sente anche l’impellenza di limitare sogni e ideali, di divenire censore, giudice. Eppure non deve eccedere in questo, poiché è saggio evitare di giudicare gli altri se prima non lo si è fatto profondamente con se stessi. 


Va riconosciuto, però, che spesso lo fa nell’intento di aiutare il prossimo. I soggetti Bilancia, ma soprattutto le native, sono amanti del bello, rivelano senso artistico. Il segno si distingue per grazia, simpatia, prudenza: tutto ciò che coinvolge l’estetica sia umana che oggettistica è di suo interesse. 


Vi si trovano spesso donne impegnate in professioni che richiamano valori estetici, come l’arredamento, il campo stesso dell’estetica, l’abbigliamento, la gioielleria, l’artigianato ecc. 


La Bilancia sa aprirsi all’esterno, al mondo; sa impegnarsi in attività sia familiari che sociali che sentimentali. È attratta dalla vita di relazione, mondana, dai viaggi e dai divertimenti in genere.

Non le si confanno gli amori passionali, che sono espressione dei segni di Fuoco, né le passioni più cerebrali, appannaggio dei segni d’Acqua. Non si fa travolgere, insomma.


Aspira a un legame continuativo, che porti sicurezza nel quotidiano a volte infiorato da dubbi nelle scelte; aspira a una spalla su cui appoggiarsi. È accomodante, evita le tensioni e ne osserviamo l’apparenza tranquilla fino a che non la si stuzzichi in certi suoi principi, a quel punto la si potrà vedere irata.

Al nativo non piace isolarsi, la solitudine non fa parte dei suoi programmi di vita, la sfugge. 


È sensibile e discreto, tiene alla propria privacy, pare arrendevole, ma è più che altro una forma diplomatica per aggirare l’ostacolo. Ha intuizione e ciò lo aiuta spesso a inquadrare le situazioni, le persone. Non ama i cambiamenti bruschi, le innovazioni repentine. 


Questo segno è testardo, sì, e non poco. Il campo delle amicizie è un punto sensibile nella sua vita. Tende a idealizzare gli altri, senza rendersi conto che esistono coloro che coltivano l’amicizia con obiettivi interessati e senza sentimenti di altruismo.


A sua volta tale segno armonico, artistico, creativo, può cadere nell’errore di esercitare atti altruistici dettati da un nascosto egoismo. L’armonia, l’equilibrio sono i suoi punti di ricerca. Prende istintivamente le distanze da tutto ciò che è violenza, lotta, ingiustizia, ma non per questo dev’essere accusato di poco coraggio, perché, se costretto, non rifiuta la lotta. 


Una quasi esasperata sensibilità di fondo lo può spingere alla diplomazia, al compromesso, ma soprattutto alla ricerca di quell’armonia di cui ha bisogno per vivere bene. Armonia è anche sinonimo di bellezza e in questo senso, i nativi la sanno lunga. La loro forza sta nell’intuizione, nella diplomazia con cui gestiscono le cose. 


L’unica cosa negativa che si può attribuire loro è la lentezza nelle decisioni, poiché i pro e i contro che si pongono sono tanti. È anche difficile che una cosa possa interessare loro per lungo tempo. Non cercano mai di raggiungere delle mète con la prepotenza, ma sempre attraverso le relazioni e le protezioni. Trattano gli altri con la massima naturalezza e nel modo più opportuno.


Il denaro e il successo hanno solo la funzione di far loro ottenere ciò che desiderano. Nel lavoro manca un po’ di costanza, non amano affaticarsi; sanno adattarsi alle circostanze cercando di escludere dalla loro vita gli obiettivi e le preoccupazioni che richiedono grandi sforzi. Il fatto di non riuscire ad avere la vita agiata che desiderano, non provoca drammi in loro, né crea incentivi per una maggiore attività, si adattano semplicemente alle condizioni di vita, senza perdere la carica di cordialità e di umanità. Vivono male da soli, hanno bisogno di calore, di contatti umani, di dialogo. Si trovano a loro agio solo in un’atmosfera di simpatia e benevolenza.