Ariete.png

L'Ariete: lavoro e salute

Nel lavoro l’Ariete conta solo su di sé, il pericolo sta nel fatto che tende a disperdersi in progetti multipli, bruciando molte energie. Sa crearsi posizioni economiche vantaggiose; rimane, a ogni modo, il generoso che dopo aver soddisfatto se stesso, si rivolge agli altri a piene mani. Il nativo infatti difficilmente sa dare un valore reale al denaro, quasi mai pensa al risparmio rispetto al futuro.
L’influenza di Marte aiuta l’Ariete ad affrontare il lavoro come una battaglia, pertanto le caratteristiche del segno sono lo spirito d’iniziativa, l’azione e l’amore per il rischio. Le attività consigliabili sono le professioni legate al mondo dello sport, delle automobili e della carriera militare. L’Ariete riuscirà a realizzarsi in un’attività che gli conceda libertà di movimento e gli dia indipendenza sotto tutti i punti di vista.

I punti deboli del nativo Ariete sono la testa, le strutture e gli organi in essa contenuti: l’udito, la vista, i denti, il cranio, ma, soprattutto, il sistema nervoso e neurovegetativo. Questo segno emotivo e sensibile, tende a somatizzare gli stress psicologici a livello fisico. La sua vulnerabilità è posta, soprattutto, sul piano psichico e su quello psicologico, e un’influenza psicologica negativa può incentivare l’ipertensione. L’Ariete è soggetto a febbri, a emicranie, nevralgie, ascessi. Malgrado ciò, il segno è forte e vitale, ed è dotato di buona resistenza fisica e, pur esponendosi a continui rischi e sfidando un po’ la sorte, raramente si ammala. Dovrebbe proteggersi dai raffreddori, non sforzare troppo la vista, sottoporsi, inoltre, periodicamente a un controllo odontoiatrico.
L’Ariete è compreso nel triangolo di Fuoco (Ariete, Leone, Sagittario) e appartiene al gruppo bilioso. L’intensità del Fuoco dei tre segni citati è diversa: prorompente quella dell’Ariete, più attenuata e responsabile quella del Leone, più profonda e illuminante quella del Sagittario. Il temperamento bilioso comporta l’alterazione della cistifellea, seguita, per lo più, da una più intensa secrezione biliare e da una forte carica aggressiva. Questo può produrre, inoltre, turbe digestive, calcolosi biliare, infiammazioni appendicolari e altro. Il collo è molto delicato e i tessuti tendono a cedere prematuramente, dando origine ad alterazioni. La pelle è facilmente irritabile e disidratabile, ed è la mimica facciale a favorire le rughe d’espressione. L’epidermide è legata, nella sua sensibilità, alle alterazioni psichiche; da qui la tendenza all’acne (in età giovanile), alla fragilità vasale, alle eruzioni allergiche di diversa natura.
Appartenendo al gruppo di temperamento Fuoco-bilioso l’Ariete ha gesti bruschi e rapidi, polso accelerato, sguardo lucido e penetrante. Il bilioso è quasi sempre magro, perché brucia rapidamente le calorie interne, ha spesso gli occhi infossati, il sistema pilifero sviluppato. Il suo metabolismo è di solito elevato; si trovano, pertanto, molti ipertiroidei, esposti a malattie acute. Il temperamento Fuoco è buongustaio, mangia in modo rapido, e il fegato può subire sforzi eccessivi.

Leggi anche: