Ariete.png

I pianeti dominanti: Giove e Nettuno

Il primo pianeta governatore, Giove (dopo Saturno il più importante del sistema solare, dotato di ben dodici satelliti), simboleggia il potere sia sociale sia finanziario. Per i Greci e per i Romani, Zeus, o Juppiter, era il padre degli dèi. Pertanto astrologicamente Giove raffigura l’autorità, la dignità, il senso morale, la giustizia, la magnanimità. Giove rappresenta anche il principio del piacere. È il pianeta, dunque, legato anche alla sensualità (noti gli amori extraconiugali del dio, narrati in più miti: Giove tradì la legittima sposa, Giunone per i Romani, Era per i Greci, con dee, ninfe e donne terrene: Leda, Europa, Danae ecc.). In un tema natale accentua l’ottimismo e la fiducia. Per una donna l’influenza del pianeta si esercita favorendo un matrimonio di prestigio. Le sue posizioni possono dare indicazioni circa la golosità, l’avidità alimentare e la fame nevrotica.

Giove governa tanto il Sagittario, segno della giustizia, quanto i Pesci, segno di filantropia. Giove come governatore del Sagittario realizza l’unione tra spirito e materia che è propria dei soggetti nati sotto il segno dei Pesci; ed è il pianeta del potere che esercita insieme il potere divino e quello terrestre. Il Giove sagittariano accoglie quella vocazione alla completezza che era la caratteristica del Giove greco e romano, Signore del cielo, che non trascurava, ma anzi, apprezzava moltissimo i piaceri della Terra. Come governatore dei Pesci, la componente viene accentuata, e può favorire la scelta mistico-religiosa (specialmente se è in buon aspetto con Nettuno, l’altro governatore) con la conseguente rinuncia ai beni terreni; ma anche in questo caso non verrà mai meno il significato profondo di Giove, che resta il pianeta del potere, del prestigio, dello status sociale.
Il secondo pianeta governatore, Nettuno, durante i suoi transiti, si ferma lungo tempo in un segno zodiacale ed è considerato, insieme con Plutone, un pianeta generazionale. L’elemento di questo pianeta è l’Acqua. È il pianeta della sensibilità, della genialità, della pazzia, del sogno, della confusione mentale. I suoi significati sono: dilatazione, espansione, ricettività, passività, ma anche metamorfosi, fusione con il collettivo, identificazione con la massa. È importante constatare in un tema la posizione di Nettuno; se positivo, infonde grande fede, senso del sacrifico, misticismo, religiosità. Se negativo, può togliere la volontà, inclinare ai vizi.
Domina i sogni e il mondo onirico, fornisce la capacità di precognizione, aiuta la medianità. Conferisce anche dubbi e incertezze che vanno e vengono, come le onde del mare. Insinua nell’animo dei nativi, di cui governa il segno, un’indefinibile nostalgia, una malinconia di fondo che s’imprime nel carattere. Inclina all’idealismo in ogni settore di vita, e questo è sempre rischioso, poiché nel momento in cui si “cadrà dalle nuvole” l’impatto con la realtà sarà durissimo. Nettuno è il pianeta che ridesta lo spirito e dona ispirazione e idealismo. In posizione favorevole influisce su ispirazione e intelligenza. In posizione negativa influisce su indolenza, inganno, mancanza di rispetto, instabilità, vizio.
Se i suoi transiti sono benefici, aiuta negli affari che riguardano prodotti chimici e di profumeria, nelle attività attinenti il mare e i liquidi in generale. Favorisce i viaggi, le attività artistiche. Se i suoi transiti sono negativi, meglio evitare di trattare con ospedali, prigioni e luoghi simili; bisogna guardarsi dalle frodi e dagli inganni, dagli amici dubbi, e non bisogna tentare di arricchirsi in fretta. Nettuno rappresenta i rapporti che l’individuo intrattiene con le reazioni inconsce che si producono nella collettività. Esso presiede non ai modelli coscienti, ma alle grandi paure e certezze su cui si basa poi il comportamento della società.

Leggi anche: