Ariete.png

Il Toro: lavoro e salute

Grande lavoratore, spicca per la sua tenacia. Sa dare molto, anche se lo fa quasi in silenzio, chiedendo in cambio fedeltà, fiducia, obbedienza. Il soggetto Toro chiede la sicurezza economica al suo lavoro e utilizza, per riuscire a ottenerla, metodo, concretezza e coscienza. Preferisce, per non turbare il suo equilibrio, scegliere un’attività che non comporti rischi economici, ma che abbia un’entrata fissa. Può orientarsi verso professioni che abbiano contatto con la natura (agricoltura ed ecologia), con la casa (edilizia, arredamento), con il cibo (cuoco) e infine con il mondo della moda.

Il segno del Toro, nell’anatomia dell’uomo- zodiaco, corrisponde al collo. Sul piano patologico, il segno va soggetto a una serie di disturbi che partono dal diffuso torcicollo, alla sinusite, alla faringite, alla tonsillite. Nei casi con aspetti negativi nel quadro natale, possono comparire squilibri tiroidei, artrosi cervicale ecc. I ritmi del segno, al contrario di quelli dell’Ariete, sono lenti, regolari. Le energie non vengono bruciate, ma distribuite e conservate con senno; questo può portare, nei Toro più sedentari, a un aumento di peso. Vi è la tendenza ad apprezzare molto il cibo, spesso gli alimenti dolci, e ciò naturalmente non aiuta a mantenere la linea. Tra i disturbi che si riscontrano nel segno, bisogna catalogare le infiammazioni delle prime vie respiratorie e le malattie allergiche, patologie che il nativo condivide con il segno seguente, i Gemelli. Una sensazione che può affliggere questo segno è quella di difficoltà di deglutizione, senso di soffocamento, che avviene per un errato modo di inghiottire o per un trauma emotivo. Altri disturbi che possono insorgere nel segno, al femminile, sono infiammazioni degli organi riproduttivi o renali.

Leggi anche: