Ariete.png

La Vergine: lavoro e salute

Per questo segno il lavoro è un dovere da svolgere con precisione e senso di responsabilità, ed è anche un servizio da rendere agli altri. Anche in tale settore, come nella vita, le note costanti della Vergine sono la discrezione, il pudore e l’acutezza intellettuale, unita alla pazienza. Data l’abilità manuale di cui è dotato il soggetto, le professioni adatte sono: il massaggiatore, il chiroterapista e l’artigiano. Mercurio, governatore del segno, lo influenza e lo rende sensibile ai problemi sociali e di lavoro, pertanto sono indicate anche le attività di sindacalista, di giornalista e di scrittore. La metodicità e la cura del particolare, proprie di questi nativi, li predispongono alle professioni di contabile, di bibliotecario e di collezionista.

La Vergine appartiene a uno dei tre segni più deboli dello zodiaco. Ma poiché è anche il sesto segno zodiacale, in relazione con la sesta casa dello zodiaco, la casa della salute, gli interessi dei nativi in fatto di igiene, terapie, diete sono tanti e tali che compensano più che largamente le carenze costituzionali di nascita. Il suo governatore, Mercurio, quale dominante notturno, si rivela riflessivo, analitico, programmatore, fa in modo che il soggetto divenga cosciente delle proprie debolezze, riuscendo a governarle e sfruttandole al meglio, per evitare il più possibile i fastidi di una vitalità un po’ carente. Inoltre, il temperamento nervoso procura timore verso il contagio e le malattie, paura che spinge a pulire, lavare, sterilizzare. Le diete e tutte le discipline che hanno per scopo un miglioramento psicofisico attraverso vari esercizi costituiscono un grande interesse per il nativo. Egli si interessa della macrobiotica, della cura dell’uva, degli alimenti integrali senza conservanti e coloranti. Spesso la cucina di un convinto salutista Vergine ricorda un laboratorio.
Nell’anatomia dell’“uomo-zodiaco”, il segno della Vergine influenza l’intestino e la regione addominale, e, poiché il sistema nervoso si esteriorizza principalmente in inibizioni, ritenzioni e controlli o, per compensazione, in rilasciamenti e abbandoni, non bisogna meravigliarsi se sono proprio tutte le funzioni intestinali quelle più soggette ad alterazioni di ogni tipo. Da qui forme di enterite, colite, specie su base nervosa. Altre tipiche malattie del segno sono: appendiciti, peritoniti, orticarie, eczemi, infezioni tifoidee. Anatomicamente il segno della Vergine governa l’addome inferiore, gli intestini, la mano e le sue dita.
L’oligoelemento del segno della Vergine è il solfato di potassio. La sua funzione nell’organismo è quella di regolare l’assimilazione e la distribuzione dei lipidi nel corpo. Si comporta come un “olio lubrificante”, consentendo il passaggio dell’ossigeno attraverso le cellule dell’epidermide. Quando esiste una lieve carenza di questo oligoelemento, il soggetto soffre di pruriti, di infiammazioni dell’epidermide, avverte un senso di secchezza alla gola, accusa atonia intestinale, è insofferente agli ambienti caldi e riscaldati, e cerca istintivamente le stanze fredde.
Il segno della Vergine è, fra tutti i segni, quello che più si preoccupa della propria salute, a volte troppo. Talvolta la potenza della somatizzazione supera la gravità del sintomo. Questi soggetti sono coloro che tengono sotto mano una scorta di medicamenti per la cura dei disturbi ricorrenti e per quei malanni che un giorno potrebbero venire. È il segno dei farmacisti, dei chimici; tuttavia è bene non abusare di farmaci, per evitare intossicazioni. Uno dei vantaggi è che i nativi non tendono ad abusi alimentari, anzi adottano volentieri una dieta.

Leggi anche: