Ariete.png

Il Capricorno: lavoro e salute

I nativi rispettano il lavoro altrui e ciò consente loro di intraprendere una professione in società o in collaborazione. Possiedono la virtù del risparmio, che a volte diviene avarizia, ma di solito con la sola parsimonia sanno costruirsi piccole fortune. Possono contare anche su abilità relative alla gestione di investimenti, specie in beni immobili, azioni, buoni del tesoro. Devono tuttavia controllare la loro innata tendenza a speculare. Soprattutto nella seconda metà della vita, le possibilità finanziarie divengono buone.
Per il Capricorno il lavoro è impegno, razionalità e organizzazione. Egli tende a gestire autonomamente l’attività, senza dover rendere conto ad alcuno, ed è un severo giudice di se stesso. Non ammette disordine,

irresponsabilità e stupidità. Le professioni adatte al segno sono quelle che riguardano la gestione e l’organizzazione aziendale, la ricerca scientifica, la politica, il commercio d’arte e la medicina.

Anche questo segno forte ha i suoi punti deboli che sono lo scheletro e le ossa. La resistenza dello scheletro agli attacchi del tempo è simile però alla resistenza fisica dei nativi di questo ciclo stagionale che, pur essendo a volte gracili, specie nell’infanzia, mano a mano che avanzano negli anni divengono sempre più robusti e resistenti raggiungendo spesso la longevità. I mali più frequenti in questo segno sono fratture ossee, lesioni, slogature, specie nella zona delle ginocchia. Può verificarsi la formazione di sinoviti, borsiti di tipo acuto o cronico. Sono molto sensibili all’umidità, e questo predispone ai reumatismi e alle artriti soprattutto se anche la Luna si trova nel segno. Un altro punto debole sono i denti: spesso occorre sostituirli con una protesi. Nella giovinezza un punto debole è la pelle: foruncoli, acne dovuti spesso a somatizzazione e a insicurezze di fondo.

Leggi anche: